Informazioni concept

ODOOPROJECT- ODOO


   Budapest University of technology y economics. Ungheria
   Ungheria

Odooproject offre un nuovo, più sostenibile, stile di vita, che mira a trascorrere più del 50% del proprio tempo sotto il cielo aperto. Gli spazi della casa vengono utilizzati con intensità diversa a seconda delle diverse stagioni. Odooproject dispone di un’unica superficie passiva con sistema di riscaldamento e raffreddamento che assolve al problema della carenza di masse termiche, aggiungendo un serbatoio isolato da riempirsi con la raccolta di acqua piovana. Il serbatoio è collegato alle tubazioni che corrono nel pavimento e nel soffitto attraverso un dispositivo si scambio del calore.

Odoo (in ungherese “tugurio”) è il prototipo di casa ecosostenibile presentato ovvero di una residenza funzionale e flessibile caratterizzata da tre componenti principali: l’unità residenziale climatizzata, che ospita camera da letto, soggiorno, cucina, bagno e vano tecnico; una terrazza e una parete tecnologica che regola la climatizzazione sia invernale che estiva e rappresenta il cuore impiantistico dell’abitazione. L’unità residenziale, uno spazio trapezoidale a base prismatica, è sormontata da una copertura inclinata verso sud allo scopo di aumentarne la superficie captante. I pannelli solari, costituiti da celle monocristalline, sono parte integrante di tutto il sistema di finitura esterno e caratterizzano l’aspetto architettonico dell’abitazione, coordinandosi con i pannelli di legno delle pareti esterne. La geometria della casa è dunque dettata dall’importanza dello sfruttamento dell’energia solare.

Per velocizzare e facilitare l’assemblaggio e il trasporto della casa, i progettisti hanno fatto un edificio dall’altissimo livello di prefabbricazione. Il prototipo è stato diviso in quattro blocchi finiti, facilmente assemblabili tramite l’uso di gru. Questa idea ha determinato la struttura stessa dell’organismo architettonico. La struttura è caratterizzata da pannelli di legnoX-LAM, che seguono, orizzontalmente e verticalmente, la particolare forma dell’abitazione, sui quali è collocato un telaio ligneo a traliccio, trai cui montanti trova alloggio lo strato di isolamento di cellulosa soffiata. Il pacchetto murario è completato, da pannelli di legno OSB e i più esterni pannelli di rivestimento di legno, ancorati attraverso un sistema di alluminio. È evidente, a tale struttura rappresenti un ibrido tra due sistemi costruttivi autoportanti, quello con pannelli massicci di tavole incrociate, e quello a telaio. Volendo trovare un anello di congiunzione che possa tenere insieme, in questo caso, queste due tipologie costruttive, potremmo indicarlo nello strato di isolante, in quanto esso è posto all’esterno dei setti di X-LAM, come un classico sistema a cappotto, ma, nello stesso tempo, è incorporato all’interno dei montanti stessi della struttura a telaio, forse a questo punto superfluo, dato il valore portante dell’ Xlam.